lunedì 20 novembre 2017

BOCCONCINI DI POLLO CON POMODORINI CONFIT, FETA E OLIVE

BOCCONCINI DI POLLO CON POMODORINI CONFIT, FETA E OLIVE


Quando si rientra  a casa tardi preparare un piatto caldo e gustoso sembra un'utopia, ma questi bocconcini sono davvero velocissimi da preparare e grazie ai pomodorini confit sott'olio potete portare un po' d'estate nel vostro piatto anche in pieno inverno.
E' un piatto che io preparo spesso perchè è davvero buonissimo, risolve la cena in pochi minuti e accompagnato da un buon bicchiere di vino rende subito speciale una normale serata a casa.
Noi lo abbiamo mangiato accompagnato dal Bocciolo della cantina Medici Ermete, un vino rosso fresco e fruttato.

per 2 persone

200gr petto di pollo
60gr feta
1/2 barattolo di pomodori confit sott'olio
olive taggiasche
olio e.v.o.
farina
sale
pepe
1/2 bicchiere di vino bianco

Tagliate il petto di pollo a bocconcini. In un piatto fondo mescolate qualche cucchiaio di farina con sale e pepe. Infarinate uniformemente i bocconcini di pollo e metteteli a rosolare in una padella antiaderente con un filo di olio. Sfumate con il vino, aggiungete i pomodorini e portate a cottura. Poco prima di spegnere unite anche le olive. Impiattate e completate con un po' di feta sbriciolata. 

mercoledì 15 novembre 2017

SCARPASÒT

SCARPASÒT


Anche questo mercoledì eccoci con un nuovo appuntamento con Idea Menù. Le cinque portate di oggi sono dedicate alle nostre regioni. Sarà una gustosa carrellata tra Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Veneto e Campagna. Qui da me trovate l'antipasto che vi porterà in Emilia. 
Lo scarpasòt, nome dialettale che non ha traduzione in italiano, è una frittella tipica della bassa reggiana che si può più o meno identificare con il ripieno dell'erbazzone, piatto sicuramente più noto di questa zona. Addirittura nel tempo ho scoperto che a Reggio Emilia questa preparazione viene servita sotto forma di torta rotonda cotta al forno, mentre verso la montagna riprende la forma della frittella ma cotta al forno e con aggiunta di riso nell'impasto. Ovviamente cambia nome da zona a zona nonostante facciano tutte parte di Reggio e provincia. Io vi propongo la versione fritta, la prima che ho conosciuto essendo la regina delle feste nel paese natale del mio papà ovvero Fabbrico. Da quando mi sono trasferita anche io nella bassa ho potuto notare poi che qui tutti i forni la preparano ogni giorno e va veramente a ruba.
Come ogni piatto tipico qui in Emilia è bello calorico ma a quanto pare anche i reggiani adottati lo adorano, tanto da portarne a casa qualche pezzo ogni volta che si fermano al forno!

1kg di bietole
50gr lardo macinato 
(noi solitamente usiamo la pancetta)
80gr parmigiano grattugiato
2 uova
4 cucchiai di farina
2 cucchiaini di sale
noce moscata
olio per friggere

Lavate e mondate accuratamente le bietole. Scolatele e trasferitele in un tagame antiaderente con pochissimo olio e fatele appassiare a fuoco basso coprendole con un coperchio. Spegnate e lasciate intiepidire. A parte fate rosolare la pancetta in modo che perda parte del suo grasso. Tritate le bietole e la pancetta e raccogliete il tutto in una terrina. Unite il sale, la noce moscata, le uova e il parmigiano. Mescolate il tutto e aggiungete la farina un cucchiaio alla volta in modo da controllare la consistenza che deve essere morbida ma non troppo appiccicosa. Scaldate poco olio in una padella, calate l'impasto a cucchiaiate e lasciatelo cuocere per qualche minuto in modo che faccia la crosticina. Rigirate la frittella e cuocete dall'altro lato. Scolate le frittelle su carta assorbente e tamponatele prima di servire. 

Ecco il resto del menù:
da Sabrina il primo: gnocchi alla romana 
da Carla il secondo: trippe alla sciabecca
da Laura il dolce: pinza veneziana
da Paola la 5° portata: rosolio al limone




lunedì 13 novembre 2017

ZUPPA DI CEREALI CON ZUCCA E LENTICCHIE

ZUPPA DI CEREALI CON ZUCCA E LENTICCHIE



Oggi piove, piove, piove e...nevica! Eh sì stamattina sono caduti i primi fiocchi, tanto veloci quanto inaspettati  e un bel piattino caldo per cena ci sta proprio bene! Questa volta abbiamo optato per una zuppa ai 3 cereali (orzo, farro e riso) con lenticchie, zucca e qualche cubetto di prosciutto cotto. 
Un piatto caldo e nutriente, una coccola calda e salutare per una perfetta cena dal sapore invernale e con i colori meravigliosi dell'autunno.

per 2-3 persone

160gr cereali misti
100gr zucca già pulita
60gr lenticchie
50gr prosciutto cotto a cubetti
sale
pepe
brodo vegetale qb

Scaldate sul fuoco una padella dai bordi alti. Se volete unite un cucchiaio di olio (io evito e lo metto a crudo alla fine) e aggiungete la zucca tagliata a cubetti piuttosto piccoli, le lenticchie, i cereali e il prosciutto. Coprite con il brodo vegetale caldo e iniziate la cottura. Mescolate spesso e unite altro brodo caldo al bisogno. Cuocete la vostra zuppa per 20-25 minuti circa facendola sobbollire. Aggiustate di sale e pepe. Quando la zuppa è cotta, regolate la quantità di brodo (io la preferisco bella brodosa quindi aggiungo un mestolo di brodo quasi a fine cottura, ma altri la preferiscono più densa quindi in questo caso alzate la fiamma e fatela raddensare fino al punto desiderato). 
Servite la vostra zuppa bella calda con un giro di olio e.v.o. a crudo.

Con questa ricetta voglio ricordarvi la nuova tappa del mystery basket ospitato da Consuelo per i mesi di Novembre e Dicembre.
Nel cestino oltre alla zucca che ho usato io trovate tanti altri meravigliosi ingredienti...cosa aspettate a correre da lei per scoprirli tutti?









martedì 7 novembre 2017

ARROTOLATO DI POLLO CON RIPIENO DI OLIVE E PURE' DI ZUCCA

ARROTOLATO DI POLLO CON RIPIENO DI OLIVE E PURE' DI ZUCCA



Avete presente i buchi neri?? Beh ne ho scovato uno che si nasconde nel mio pc! Ha preso la forma di una cartella, mimetizzata tra le mille mila che ho sul desktop, sotto il nome di "archivio blog"...
Beh penso che il mio buon proposito di metterci ordine vada di pari passo con quello del "lunedì mi iscrivo in palestra"... Oggi finalmente complice la pioggia, la voglia pari a 0 di uscire di casa, il pranzo già pronto, l'incubo del garage allagato che mia ha fatto svegliare di buon ora e la minaccia del gentile consorte che se dovesse succedere qualcosa al mio pc, non avendo backup, perderei tutto in una nano secondo ho deciso finalmente di metterci mano. Archiviare le ricette già pubblicate, cancellare quelle con foto tanto orribili da non essere immaginabili e dare una data di pubblicazione/bozza a quelle restanti. Insomma ho trovato tanti piccoli "tesori, ricette che avevo fotografato perchè mi erano piaciute un sacco e poi sono finite lì, nel marasma, dimenticate in un angolino con un titolo criptico. Oggi vi propongo una di queste ricette d'archivio dell'autunno scorso, preparata come riserva per un'uscita di Idea Menù che poi è stata superata da una più originale dell'ultimo minuto. Questo arrotolato, nonostante la sua triste storia di dimenticanza, è davvero sfizioso, piuttosto semplice da preparare e ricco di sapore. L'abbinamento delle olive nella farcitura e il purè di zucca del contorno è molto particolare ma a noi è piaciuto molto.

1 petto di pollo
2 uova sode
2 fette sottili di prosciutto cotto
mix di spezie per arrosto
(trito di rosmarino, salvia e aglio a piacere)
olio e.v.o.
vino bianco

per il ripieno
3 cucchiai di pane grattugiato
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 uovo
35gr olive taggiasche
sale
pepe

per il purè di zucca
400gr zucca già pulita
50ml latte circa
una noce di burro
brodo vegetale qb
noce moscata
sale
pepe
parmigiano grattugiato

Aprite il petto di pollo in modo da eliminare le ossa centrali ma mantenendolo in una unica fetta. Copritelo con un foglio di carta forno e battetelo leggermente. Togliete il foglio di carta e passate alla preparazione del ripieno. In una terrina mescolate il pane grattugiato, il formaggio, l'uovo, le olive precedentemente frullate grossolanamente, poco sale e una macinata di pepe. Il composto deve risultare morbido ma lavorabile. Riprendete il petto di pollo, disponete sopra le due fette di prosciutto cotto in modo da coprirlo tutto. Stendete poi il ripieno sul prosciutto e completate mettendo su un lato lungo le due uova sode. Arrotolate la carne partendo dalla parte dove avete messo le uova e legatelo ben stretto con lo spago da cucina. In una pirofila da forno mettete un filo di olio, un cucchiaio di trito aromatico e passateci la carne in modo da condirla omogeneamente. Bagnate con il vino bianco e infornate in forno già caldo a 180° per circa 1 ora rigirandolo 3-4 volte durante la cottura. 
Per il purè di zucca tagliate la zucca a cubetti piuttosto piccoli. Metteteli in una padella antiaderente con un mestolo di brodo vegetale e chiudete con il coperchio. Lasciate cuocere per 10 minuti circa. Controllate che sia ben cotta prima di spegnere. Schiacciate la zucca, unite sale, pepe e noce moscata. Trasferite il tutto in un pentolino, unite il latte e il burro e cuocete a fiamma bassa, mescolando di continuo fino a che il purè non raggiunge la giusta consistenza. Aggiungete del parmigiano grattugiato, mescolate bene e mettete da parte. Quando l'arrosto è cotto sfornatelo e lasciatelo intiepidire prima di tagliarlo. Servite subito l'arrosto con il purè di zucca.  




mercoledì 1 novembre 2017

CHIPS DI ZUCCA

CHIPS DI ZUCCA


Oggi è mercoledì e quindi siamo pronte per l'appuntamento con Idea Menù. 
Il menù di oggi è composto da 5 portate che hanno come parola chiave "senza" poichè è dedicato a chi ha intolleranze. Io ho la 5° portata e ho pensato di preparare delle deliziose chips di zucca, belle croccanti e sfiziose, adatte ad un aperitivo o come contorno. Credo che in questo piatto siano racchiusi molti "senza" e che siano adatte un po' a tutti. Inoltre sono semplici e veloci da preparare!

zucca delica
olio e.v.o.

Pulite la zucca eliminando i filamenti e i semi, lavate accuratamente la buccia esterna e tamponatela per asciugarla. Tagliate con l'aiuto della mandolina delle fettine di circa 2mm conservando anche la buccia a lato (attenzione alle dita durante questa operazione!!).
Rivestite una teglia con carta forno e disponete tutte le fettine una accanto all'altra. Spennellate con un po' di olio e cuocete in forno già caldo a 180° in modalità ventilata per 12 minuti circa. Spegnete il forno, mettete un cucchiaio di legno in mezzo alla porta e fate asciugare così ancora per un paio di minuti in modo che perdano l'umidità e restino belle croccanti. 
In alternativa dopo aver tagliato le fettine di zucca potete friggerle direttamente in olio ben caldo per qualche minuto e scolarle su carta assorbente.
A piacere aggiungete un pizzico di sale prima di servirle.

Ecco il resto del menù:
da Carla il primo: vellutata di zucca e porcini
da Laura il secondo: falafel


martedì 31 ottobre 2017

MYSTERY BASKET SETTEMBRE-OTTOBRE...IL VINCITORE!

MYSTERY BASKET SETTEMBRE-OTTOBRE...IL VINCITORE!


Anche questa tappa del Mystery Basket Contest ospitato per i mesi di settembre e ottobre da Monica è finito. Dopo un breve consultazione e un attento esame delle ricette proposte abbiamo decretato che il vincitore che ospiterà il contest per i prossimi mesi è...

Vi aspettiamo quindi da lei per scoprire gli ingredienti del nuovo cestino!


lunedì 30 ottobre 2017

PASTA AL FORNO CON BESCIAMELLA ALLA ZUCCA, SALSICCIA E PROVOLA

PASTA AL FORNO CON BESCIAMELLA ALLA ZUCCA, SALSICCIA E PROVOLA


E' tempo di zucca! Quest'anno ne stiamo mangiando davvero spesso ma ancora non è quasi apparsi tra queste pagine quindi oggi vi propongo una pasta al forno con una cremosa besciamella alla zucca ottima per una cena speciale o per un pranzo della domenica.

per 2 persone

160gr pasta (tipo gemelli)
2 salsicce
200gr zucca già cotta a vapore
500gr besciamella (piuttosto morbida)
100gr provola

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, nel frattempo sbriciolate le salsicce e cuocetele in una padella antiaderente unendo qualche cucchiaio di acqua della pasta se necessario. Frullate la zucca per ottenere una crema e unitela alla besciamella. Aggiustate di sale e noce moscata se necessario. Tagliate la provola a cubetti. Scolate la pasta, mescolatela con la besciamella alla zucca, unite la salsiccia e infine 2/3 della provola. Versate la pasta in una teglia da forno, cospargete con la provola restante e cuocete in forno già caldo a 180° per 30-35 minuti. Se dovesse scurirsi troppo copritela con un foglio di alluminio e ultimate la cottura. Sfornate e servite subito.

mercoledì 18 ottobre 2017

BISCO-RAGNETTI

BISCO-RAGNETTI PER HALLOWEEN


Oggi nuovo appuntamento con Idea Menù e questa volta vi proporremo 5 portate a tema Halloween!
Qui da me trovate un dolcetto, semplice ma che farà sicuramente colpo sui vostri piccoli ospiti e addirittura potrete coinvolgerli nella preparazione dei biscotti! L'idea l'ho vista diverse settimane fa su un sito americano che proponeva feste a tema e ho deciso di modificare la ricetta originale in cui era previsto il burro di arachidi e utilizzare una semplice frolla.

per 40 biscotti circa

per la frolla
2 uova
400gr farina tipo 1 macinata a pietra
200gr zucchero
250gr burro
1 cucchiaino di lievito

per decorare
20 cioccolatini tipo Lindor al latte
20 cioccolatini tipo Lindor fondenti
penna decor al cioccolato

Nella ciotola della planetaria o in una terrina mescolate la farina, lo zucchero e il lievito. Unite il burro morbido a pezzetti e le uova e cominciate a lavorare. Lavorate il composto per il minor tempo possibile ma in modo da ottenere una palla compatta. Coprite con pellicola e lasciate riposare per 30 minuti in frigo. Riprendete l'impasto, formate delle palline e disponetele ben distanziate su una teglia coperta con carta forno. Preriscaldate il forno a 180°C e cuocete per 10 minuti. Sfornate e con l'aiuto del retro di un cucchiaio di legno formate un cerchio al centro dei biscotti. Infornate di nuovo per 10 minuti. Sfornate e continuate con le altre teglie. Quando i biscotti sono freddi procedete alla decorazione. Tagliate a metà i cioccolatini, riempite la cavità del biscotto con il cioccolato liquido, appoggiate sopra metà cioccolatino e completate disegnando le zampette e gli occhi del ragnetto.

Ecco il resto del menù:
da Laura il primo: zuppa di halloween
da Paola il secondo: spiedini insanguinati
qui da me il dolce
da Sabrina la 5° portata: pane alla zucca  


mercoledì 11 ottobre 2017

CURRY DI ZUCCA E CECI

CURRY DI ZUCCA E CECI


E' tempo di zucche e siccome sono una di quelle verdure che adoro l'ho scelta subito dal cestino di Monica per questo Mystery Basket. Ne ho fatto un piatto unico abbinandola con ceci, riso e spezie.
Avevo già proposto un curry di verdure e siccome l'ho adorato ho deciso di provarlo di nuovo ma variando le verdure impiegate. 

per 2 persone

300gr zucca già pulita
200gr ceci già cotti
1 cucchiaio di olio
1 cucchiaino di curry
1 cucchiaino di paprika dolce
1 cucchiaino di curcuma
sale
pepe
40gr cipolla tritata
brodo vegetale
latte qb

per accompagnare 

riso bollito

Tagliate a cubetti della stessa grandezza dei ceci la zucca già pulita. In una casseruola scaldate l'olio e rosolate la cipolla con le spezie. Unite la zucca e dopo averla rosolata per qualche istante coprite con il brodo vegetale. Cuocete per una decina di minuti e unite i ceci. Aggiustate di sale e pepe. A cottura quasi ultimata unite 1/2 bicchiere di latte diluito con un po' di brodo per rendere più cremoso il tutto. Completate la cottura in modo che la zucca sia morbida ma non si sfaldi. Spegnete e servite subito con il riso bollito. 

Con questa ricetta fuori gara vi ricordo che siete ancora in tempo per partecipare al Mystery Basket Contest ospitato da Monica per i mesi di settembre e ottobre.






lunedì 9 ottobre 2017

GIRELLE ALLA SOPPRESSATA PICCANTE

GIRELLE ALLA SOPPRESSATA PICCANTE


Nuova settimana e nuova ricetta...stiamo sempre sul salato e stavolta voglio proporvi delle sfiziose girelle perfette per un aperitivo in compagnia. Sono semplici da preparare ma davvero gustose e perfette abbinate con il vostro aperitivo preferito.

per circa 20 girelle

per l'impasto
250gr farina tipo 1 macinata a pietra
150ml acqua frizzante a temperatura ambiente
1/4 di cubetto di lievito di birra
10gr olio e.v.o.
5gr sale

per farcire

4 cucchiaini di concentrato di pomodoro
olio e.v.o.
(io Buongustai di Calabria)

In una ciotola o nella planetaria versate la farina. A parte sciogliete il lievito nell'acqua e versatela nella farina. Iniziate a mescolare poi unite l'olio e il sale. Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Coprite con la pellicola e mettetelo a lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio. Riprendete poi il vostro impasto, dividetelo a metà e stendete due rettangoli. Mescolate il pomodoro con un cucchiaino di olio e tagliate a cubetti piuttosto piccoli e regolari la soppressata.  Spalmate il pomodoro sulle due sfoglie lasciando un paio di centimetri di bordo su uno dei lati lunghi. Aggiungete anche i cubetti di soppressata spargendoli bene. Arrotolate delicatamente le due sfoglie e tagliate le girelle con un coltello affilato. Disponetele su delle teglie rivestite di carta forno avendo cura di mantenerle distanziate tra loro. Ponete a lievitare nel forno spento con la luce accesa ancora per 1 ora circa. Preriscaldate il forno a 180°C e cuocete per circa 20 minuti. Sfornate e lasciate intiepidire prima di servirli.


mercoledì 4 ottobre 2017

POLPETTE ALL'UVA

POLPETTE ALL'UVA


Oggi abbiamo un nuovo appuntamento con Idea Menù. Cinque portate dedicate al periodo della vendemmia. Qui trovate il secondo. Delle polpettine cotte con un delizioso sughetto di vino e uva che le rendono davvero particolari.

per 2 persone

300gr macinato di manzo
1 yogurt bianco o 1 uovo
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
pane grattugiato
sale
pepe
noce moscata

per il condimento
1/2 bicchiere di vino bianco
farina
uva bianca
brodo vegetale

In una terrina mescolate il macinato di manzo con il parmigiano e l'uovo o lo yogurt. (io avendo un po' di problemi con le uova preferisco sostituirle in questo tipo di preparazioni con un vasetto di yogurt bianco non zuccherato, ma potete tranquillamente usare 1 uovo se lo preferite)
Aggiustate di sale, pepe e noce moscata e rendetelo della giusta consistenza unendo il pane grattugiato poco per volta. Formate delle polpettine e infarinatele una ad una. In una casseruola sciogliete una noce di burro o scaldate un cucchiaio di olio, unite le polpettine e fatele rosolare da tutti i lati. Sfumate con il vino e unite l'uva lavata e tagliata a metà. Cuocete per 10-15 minuti unendo del brodo vegetale caldo se necessario. Spegnete e servite le polpette con il loro sughetto e gli acini di uva. 

Ecco il resto del menù:
da Laura l'antipasto: polpettine di formaggio e uva
da Paola il primo: bavette con vino cotto e noci
da Carla la 5° portata: insalata con bresaola uva e pere

lunedì 25 settembre 2017

PASTA CON PEPERONI E OLIVE

PASTA CON PEPERONI E OLIVE


Latito un po' dal blog ultimamente, ma vi assicuro che ho buone ragioni di cui presto vi parlerò.
Mai come quest'anno mi sto godendo la "mezza stagione", dormire con il pannetto, girare per casa con una morbida tuta ma avere ancora in tavola i frutti dell'estate e la luce del sole che mi accompagna quasi fino ad ora di cena. Insomma una sorta di bilico tra l'estate e l'inverno che sto adorando!
Dopo le nostre ferie di metà settembre è ricominciata la routine dei turni a lavoro e così mi trovo spesso a mangiare da sola. In quei casi faccio il possibile per coccolarmi con piatti colorati, sani e gustosi ma senza mettere troppo sottosopra la cucina.
Questa pasta è nata proprio in una di queste giornate e ho deciso di racchiudere in un unico piatto un pasto completo: pasta,verdure e formaggio!

per 1 porzione

80gr pasta corta 
(io sedanini)
2 falde di peperone rosso
2 falde di peperone giallo
100gr ricotta fresca
30gr olive a rondelle
sale
pepe
olio e.v.o.

Mondate e lavate i peperoni, tagliateli a striscioline e cuoceteli per circa 20 minuti in una padella antiaderente con un po' di acqua. Quando sono morbidi spegnete e conditeli con poco sale, una macinata di pepe e un filo di olio.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata. Nel frattempo togliete i peperoni dalla padella e metteteli da parte in modo che restino caldi. Nella stessa padella sciogliete la ricotta con l'aiuto di un po' di acqua di cottura per formare una cremina. Unite poi i peperoni e le olive. Scolate la pasta e saltatela per qualche istante con il condimento prima di servirla.
  



mercoledì 20 settembre 2017

PASTA E FAGIOLI RISOTTATA CON SPECK E ROSMARINO

PASTA E FAGIOLI RISOTTATA CON SPECK E ROSMARINO


Oggi abbiamo un nuovo appuntamento con Idea Menù e una squadra ancora rinnovata! Siamo tornate in 5 e abbiamo abbandonato i colori e i sapori tipici dell'estate per gettarci nell'autunno con un menù di colore marrone. Io ho preparato il primo e ho optato per una pasta e fagioli asciutta impreziosita con speck e rosmarino. Per creare la cremosità tipica di questo piatto ho deciso di cuocere la pasta come un risotto e il risultato è stato davvero super!

per 2 persone

160gr penne (io rigate)
100gr fagioli borlotti già cotti
80gr speck
2 rametti di rosmarino
brodo vegetale qb
olio e.v.o.
sale
pepe

In un tegame largo e antiaderente scaldate mezzo cucchiaio di olio, unite lo speck e lasciate rosolare qualche istante. Unite poi la pasta e il rosmarino, coprite con il brodo caldo e iniziate la cottura. Io in tutto ho cotto circa 11-12 minuti quindi circa il tempo richiesto dalla pasta, ma con questo metodo potrebbe servire qualche minuto in più rispetto a quello indicato. A metà circa del tempo di cottura della pasta unite anche i fagioli. Lasciate cuocere a fuoco medio e se necessario unite altro brodo. Trascorso il tempo indicato per la vostra pasta assaggiate, aggiustate di sale e pepe e se necessario proseguite ancora con qualche minuto di cottura. Eliminate i rametti di rosmarino e impiattate.

Ecco il resto del menù:
da Paola l'antipasto: crostini con funghi

lunedì 18 settembre 2017

PASTICCIO DI PEPERONI

PASTICCIO DI PEPERONI


Ormai siamo alle porte dell'autunno, ma ci resta qualche giorno per continuare ad apprezzare le verdure che ci hanno accompagnato per tutta l'estate. In una giornata uggiosa come questa il colore caldo dei peperoni mette proprio il buonumore sulla nostra tavola con un gusto davvero speciale!
Questo piatto è perfetto anche se avete a cena amici vegetariani poichè combina il gusto deciso dei peperoni con la sapidità della ricotta e la cremosità della besciamella. Accostato ad un pezzo di focaccia calda è un pasto davvero delizioso!

1 peperone giallo
1 peperone rosso
100gr provola
100gr ricotta salata
besciamella
pane grattugiato
olio e.v.o.
sale
pepe

Lavate i peperoni e tagliateli a striscioline uniformi. Passateli in padella con poca acqua per una decina di minuti. Preparate la besciamella con 250ml di latte utilizzando la ricetta che preferite, una volta pronta unite la ricotta salata grattugiata e aggiustate di sale se necessario e di pepe. Ungete una pirofila da forno, fate uno strato con metà circa dei peperoni, versate metà della besciamella e metà della provola tagliata a cubetti. Continuate con i restanti peperoni, poi la besciamella e infine la provola. Ultimate con una spolverata di pane grattugiato e un filo di olio. Cuocete in forno già caldo a 190°C per 25-30 minuti. Sfornate e servite caldo.

mercoledì 6 settembre 2017

POLPO CROCCANTE SU CREMA DI PATATE

POLPO CROCCANTE SU CREMA DI PATATE


Dopo la pausa estiva ricomincia Idea Menù! Per questa uscita riprendiamo il tema dei colori che abbiamo già trattato altre volte e ci dedichiamo al viola. 
Io ho preparato l'antipasto e mi sono concentrata sul viola del polpo per ricreare il celebre abbinamento di polpo e patate ma in una chiave un po' diversa.
Ho usato i tentacoli del polpo per l'antipasto, mentre il resto è finito in un semplice sughetto rosso per condire la pasta!

per 2 persone

8 tentacoli di polpo
4 olive taggiasche
2 patate medie
latte
sale
pepe
noce moscata
olio e.v.o.

Portate ad ebollizione una pentola capiente di acqua. Quando bolle calate il polpo e abbassate il fuoco, mettete un coperchio e fate cuocere per circa 35 minuti. Trascorso il tempo controllate la cottura con una forchetta e scolatelo. Lasciatelo intiepidire. Nel frattempo lessate le patate in abbondante acqua leggermente salata. Ci vorranno circa 35 minuti. Sbucciate le patate, tagliatele a quadratoni e raccoglietele nel frullatore con un po' di latte, sale, pepe e noce moscata. Frullate il tutto per ottenere una crema liscia e se necessario unite altro latte. Aggiustate di sale e mettete da parte. Tagliate i tentacoli dal polpo. Scaldate su fuoco vivo una padella con un filo di olio e aggiungete i tentacoli. Fate tostare per qualche istante in modo da renderli croccanti e spegnete. Impiattate mettendo come base la crema di patate, disponete sopra i tentacoli croccanti e completate con due olive taggiasche.

Con questa uscita accogliamo anche Laura che entra a far parte del nostro gruppo.

Ecco il resto delle portate:

da Carla il secondo: melanzane imbottite







giovedì 31 agosto 2017

THE MYSTERY BASKET LUGLIO-AGOSTO...IL VINCITORE!

THE MYSTERY BASKET LUGLIO-AGOSTO...IL VINCITORE!


Anche questa tappa del Mystery Basket contest è terminata. Silvia di Mi piace e non mi piace è stata una eccellente padrona di casa per questi due mesi e ora è arrivato il momento di scegliere il vincitore.

Rullo di tamburi...

il vincitore è Monica di Sogni e Sapori in cucina 


Vi aspettiamo quindi tra qualche giorno da lei per scoprire i nuovi ingredienti del cestino!

sabato 26 agosto 2017

SPAGHETTI ALLA CHITARRA CON SOPPRESSATA PICCANTE

SPAGHETTI ALLA CHITARRA CON SOPPRESSATA PICCANTE


Siete pronti al rientro in città? Con questa nuova ondata di caldo si stava di certo meglio al mare!
Noi però amiamo restare positivi e portiamo un po' di clima vacanziero anche in città. In particolare questo piatto ci porta a scoprire i sapori di Calabria grazie a Buongustai di Calabria e alla tipica soppressata calabrese piccante. Con questo splendido salume abbiamo pensato di creare un gustoso sughetto per accompagnare degli spaghetti alla chitarra appena fatti.

per 2 persone

per gli spaghetti alla chitarra

200gr semola rimacinata di grano duro
1 uovo e 1 tuorlo
acqua se serve

per condire

soppressata calabrese piccante
passata di pomodoro


Iniziate a preparare gli spaghetti alla chitarra. In una terrina o nella planetaria mescolate la farina di semola rimacinata con le uova e se necessario qualche cucchiaio di acqua. Impastate per formare un composto omogeneo e liscio, avvolgetelo nella pellicola e fate riposare per almeno 30 minuti. Riprendete l'impasto e stendete delle sfoglie. Tagliatele di alcuni cm più corte rispetto alla chitarra, ponetele sopra e "tagliate" gli spaghetti passando un mattarello sopra la sfoglia. Prelevate poi gli spaghetti e metteteli da parte dopo averli spolverati con altra farina perchè non si attacchino. Nel mentre che l'acqua raggiunge il bollore tagliate la soppressata a cubetti. In una padella antiaderente scaldate la passata di pomodoro a fuoco dolce, unite la soppressata a cubetti e lasciare insaporire il tutto per alcuni minuti. Calate gli spaghetti alla chitarra e cuocete per 3-4 minuti. Scolateli e saltateli con il condimento per qualche istante prima di servire.

martedì 22 agosto 2017

GNOCCHI MORBIDI DI RICOTTA E ZUCCHINE

GNOCCHI MORBIDI DI RICOTTA E ZUCCHINE


Eccoci di ritorno... Vacanze finite?! In realtà le nostre devono ancora cominciare!
Nel mese di agosto però ci siamo presi una pausa dai fornelli soprattutto a causa del gran caldo.
Se voi siete tornati dalle vacanze non potete mancare all'appuntamento con il Mystery basket contest.
Avete ancora qualche giorno per partecipare, quindi correte da Silvia e sbirciare tra i bellissimi ingredienti del cestino!
Intanto io vi propongo la mia ricetta per questa tappa...
Sono dei soffici e deliziosi gnocchi di ricotta e zucchine fresche dell'orto dei suoceri conditi con speck e robiola...insomma un tripudio di bontà!

per 2 persone

2 zucchine medie
250gr ricotta
1 uovo
sale
pepe
farina qb

per condire

speck a cubetti
robiola

Grattugiate le zucchine, strizzatele con l'aiuto di un panno di cotone e cuocetele per qualche minuto in padella con un cucchiaino di olio. Aggiustate di sale e pepe e lasciate raffreddare. In una terrina mescolate le zucchine con la ricotta e l'uovo. Mescolate e unite un cucchiaio di farina alla volta fino ad ottenere un composto morbido ma non troppo appiccicoso. Mettete sul fuoco una pentola capiente di acqua salata, quando prende il bollore iniziate a calare gli gnocchi. Prelevate con due cucchiaini l'impasto dalla terrina e lavoratelo passandolo da uno all'altro e calatelo infine in acqua. In una padella fate sciogliere la robiola con poca acqua di cottura e unite lo speck. Raccogliete gli gnocchi man mano che affiorano e aggiungeteli al sugo. Quando tutti gli gnocchi saranno pronti, saltateli velocemente con il condimento e servite. Io ho aggiunto una grattata di pepe anche al condimento ma non è indispensabile.

E voi avete partecipato? Siete ancora in tempo...Vi aspettiamo!!




mercoledì 2 agosto 2017

POMODORINI CONFIT SOTT'OLIO

POMODORINI CONFIT SOTT'OLIO


Oggi Idea Menù esce con uno speciale per augurarvi buone vacanze!
Infatti dopo oggi ci prendiamo una pausa per il mese di Agosto per ricaricare le batterie e proporvi tante nuove ricette da Settembre. 
Il tema di questa uscita speciale sono le conserve.
In questa stagione c'è talmente abbondanza di frutta e verdura che è un vero peccato non metterne un po' da parte per l'inverno. Noi, proprio come la famosa formica, stiamo riempiendo la dispensa di coloratissimi barattoli che porteranno profumo di estate nelle fredde giornate invernali.
Qui sul blog trovate già diverse conserve, ma oggi voglio parlarvi di quella che ormai è un nostro cavallo di battaglia...i pomodorini confit sott'olio!
Innanzitutto qualche piccola premessa:
1- non sono veri e propri confit perchè non li ho fatti cuocere a bassa temperatura per tutto il tempo necessario, ma ho utilizzato un piccolo escamotage che li asciuga al punto giusto in meno tempo.
2- prima di cimentarvi nella preparazione delle conserve è bene pulire accuratamente la zona e gli utensili che verranno usati perchè soprattutto in questi casi l'igiene è FONDAMENTALE
3- utilizzate vasetti tipo Bormioli con il tappo a vite e la valvola di sicurezza (tappo "clik-clak") per una maggiore sicurezza
4- mantenete la vostre conserve in un luogo fresco e asciutto, senza cattivi odori. Quando prelevate il vasetto per il consumo controllate che il tappo non sia gonfio e che non ci sia il famoso clik-clak. All'apertura osservate bene il contenuto, se si presenta in modo diverso da quando lo avete preparato, ci sono macchioline di muffa o l'odore è acido NON CONSUMATELI.

Queste sono poche norme ma molto importanti per la nostra sicurezza in quanto il botulino è una tossina mortale che si sviluppa nelle conserve e a cui bisogna prestare attenzione.

Passiamo ora alla ricetta

pomodorini
sale
pepe
olio e.v.o.
origano secco
zucchero

Lavate accuratamente i pomodorini e tagliateli a metà. Conditeli con sale, pepe, origano, olio e 1/2 cucchiaio di zucchero (per ogni placca forno). Mescolate bene e stendeteli su una teglia rivestita con carta forno per formare un unico strato con la parte interna rivolta verso l'alto. Infornate a 200°C per circa 40 minuti. Negli ultimi 10 minuti circa socchiudete lo sportello del forno con l'aiuto di un mestolo per far uscire il vapore. A fine cottura i pomodorini si devono presentare caramellati e abbastanza asciutti. Se necessario proseguite ancora per qualche minuto la cottura. Sfornate e lasciate raffreddare completamente. Riempite i vasetti, precedentemente sterilizzati, con i pomodorini, battete i vasetti su un piano per compattare il tutto e unite l'olio necessario a coprire i pomodorini. Battete ancora i vasi per eliminare le eventuali bolle di aria, rabboccate di olio se necessario e chiudete i vasetti. Mettete i vasetti in una pentola abbastanza ampia e dai bordi alti separandoli con dei canovacci arrotolati. Riempite di acqua fredda fino a coprire di due dita i tappi dei vasetti e mettete sul fuoco. Portate a bollore e lasciate bollire per 30 minuti.  Spegnete e lasciate raffreddare i vasetti dentro l'acqua. Quando il tutto è freddo prelevate i vasetti dalla pentola, asciugateli, controllate che il tappo non faccia click-clak e riponeteli in dispensa fino al momento di utilizzarli.

Ecco le altre conserve che vi proponiamo:

giovedì 27 luglio 2017

INSALATA DI RISO CON CREMA DI AVOCADO E GAMBERETTI

INSALATA DI RISO CON CREMA DI AVOCADO E GAMBERETTI


Devo confessarmi che la mia cucina in questo periodo è praticamente in ferie...si cucina il minimo indispensabile e a tavola compaiono sempre più spesso verdure crude e piatti freddi. 
Questa estate mi ha un po' stordito e la voglia di studiare nuove ricette è andata in vacanza salvo per qualche breve flash in cui mi vengono idee strane che non vedo l'ora di realizzare.
Questa insalata di riso è uno di questi casi!
Ero al supermercato e stavo vagando tra meloni, peperoni, zucchine e pomodori e all'improvviso compare al mio orizzonte l'avocado. Mi piace, ma non lo compro spesso e questa volta ne ho approfittato per inventarmi qualcosa di diverso.
L'ho accostato al riso e ai gamberetti che adoro.

per 2 persone

160gr riso
100gr gamberetti
1/2 avocado
sale
succo di limone
olio e.v.o.
pepe

Fate bollire il riso in abbondante acqua salata per il tempo indicato sulla confezione. Nel frattempo cuocete i gamberetti in una padella antiaderente con un filo di olio e conditeli con un pizzico di sale. Eliminate la buccia e il nocciolo centrale dell'avocado e schiacciatelo con un forchetta per ottenere una crema. Unite un pizzico di sale, pepe, una spruzzata di succo di limone e un cucchiaino di olio. Scolate il riso e fatelo raffreddare. In una ciotola mescolate il riso ormai freddo con la crema di avocado. Unite i gamberetti a temperatura ambiente e servite.

lunedì 24 luglio 2017

PANCAKE ALLE ZUCCHINE

PANCAKE ALLE ZUCCHINE


Una nuova settimana è iniziata...afosa come la precedente ma spero ricca di belle novità!
E' tempo di zucchine si trovano a basso prezzo sui banchi del mercato e noi ne abbiamo raccolte giusto 2 l'ultima volta che siamo saliti a controllare l'orto. Questo piccolo raccolto è stato impiegato per una cena sfiziosa e veloce, perfetta per le sere d'estate o per un brunch in terrazza.
La ricetta l'ho vista un po' di tempo fa su Il mestolo birichino e con qualche piccola modifica l'ho riproposta nella mia cucina. Mila ha farcito i pancake direttamente in cottura con lo stracchino mentre io l'ho fatto in seguito con prosciutto cotto e brie.

2 zucchine medie
200gr farina macinata a pietra
1 uovo grande
1 cucchiaino di lievito istantaneo
200ml latte parzialmente scremato
sale
pepe

per farcire
prosciutto cotto
brie

Grattugiate le zucchine dopo averle lavate accuratamente. Saltatele per qualche minuto in padella con un filo di olio e fate raffreddare. Preparate la pastella mescolando la farina, il lievito, sale e pepe. Unite poi l'uovo e il latte e lavorate il composto con una frusta per eliminare gli eventuali grumi. Unite ora le zucchine e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Scaldate un padellino antiaderente, ungete con un filo di olio e ponete al centro un paio di cucchiaiate di impasto. Lasciate che la pastella si allarghi da sola nella padella e quando iniziano a formarsi le bolle giratelo e cuocete per qualche minuto anche da questo lato. Procedete così fino ad ultimare la pastella. Prima di servire ponete alla base del piatto un pancake alle zucchine, mettete una fetta di prosciutto e qualche strisciolina di brie e un altro pancake. Fate 2-3 strati per ogni piatto, se necessario scaldateli un pochino e servite.

AdSense

Ti potrebbero interessare anche

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...